labatteria.it • Leggi argomento - Batterista da un annetto cerca consigli


Batterista da un annetto cerca consigli

Una sezione per parlare di esercizi, lezioni, dubbi pratici, consigli di tecnica, insomma tutto cio' che possiamo imparare ed applicare sullo strumento.
Accordatura inclusa.

Messaggioda TheLeftyDrummer il lun gen 14, 2019 12:44 am

Ciao ragazzi,

posto qui sperando di non sbagliare sezione, ero indeciso tra questa e quella sulla nostra musica... nel caso prego i moderatori di spostare e mi scuso :D

come da titolo non suono da molto. Avevo battuto un po' sulle pelli da giovinotto ma senza mai approdare a nulla, senza mai studiare ma solo cazzeggiando. Ora dopo anni che non toccavo bacchetta ho ripreso da circa un annetto, perché finalmente ho lo spazio, ho comprato casa, ho il tempo ecc ecc...

Mi sono messo sotto con lo studio, a 36 anni suonati... Purtroppo non prendo lezioni (lavoro, fidanzata, cose così) ma sono abbastanza disciplinato e tra Stick Control, 4-way Coordination e rudimenti vari sto studiando per i fatti miei (più sul pad che sulla batteria per esigenze pratiche). Continuo però a dirmi che prima o poi un'oretta o due la settimana di lezioni le dovrò pur prendere.

Dopo aver finalmente silenziato il mio kit con pelli mesh e piatti low-volume riesco a suonare un po' di più in appartamento, anche perché purtroppo per ora mi limito a quello. Continuo a dirmi che devo trovare altra gente con cui suonare perché insomma, l'obiettivo sarebbe un po' quello, ma... non so se sono "pronto". Nel senso che, non conoscendo direttamente altri musicisti (diciamo non conoscendoli abbastanza), dovrei mettere un annuncio o cose del genere e, sinceramente, chi si cimenta a suonare con un neofita di 36 anni senza esperienza? E' un po' un salto nel buio, insomma. :x

Fondamentalmente posto questo video così che possiate magari darmi consigli, anche massacrarmi (ma con i guanti eh, o la mia autostima calerà a picco :oops: :D ) e in generale per capire se sarei o meno in grado di provare a suonare con altre persone che non mi hanno mai visto prima senza fare un'emerita figura di cacca. Forse un po' di incoraggiamento potrebbe darmi quel coraggio che in questo momento mi manca, non so. O magari una bella randellata mi aiuterà a capire che devo ancora studiare parecchio per essere pronto a propormi. Chiaramente a 36 anni ho zero ambizioni se non quella di divertirmi con altre persone a fare musica, nel mio piccolo, e questo vorrei fare del mio tempo libero.

https://www.youtube.com/watch?v=kHmT2jv ... e=youtu.be

Tenete a mente che erano tipo 9/10 anni che non suonavo e ho ripreso da poco più di un anno. Ditemi sinceramente in cosa mi devo migliorare per definirmi almeno decente (d'altronde so bene che si finisce di migliorare solo una volta sepolti!). Il video è solo di cazzeggio, passo da un groove all'altro un po' ad minchiam come dicevano i romani :D , faccio due o tre stupidate e le bacchette in un paio d'occasioni quasi mi cascano, il kit è silenziato quindi l'audio non è granché anche se la Zoom Q4n fa il suo bel lavoro nel registrare e la Pearl Vision anche con le mesh mantiene un po' di "tono", quindi siete avvisati, il video è molto casereccio...

Grazie!
TheLeftyDrummer
battipentole
 
Messaggi: 22
Iscritto il: ven dic 21, 2018 12:13 am

Messaggioda HAPPYBEAR il lun gen 14, 2019 11:01 am

Ciao ho visto il video: il tempo c'e' e gia' e' una buona partenza, le mani viaggiano bene, sul rullo quando fai una serie di rullate tieni le bacchette troppo alte, se usassi un rullo con pelle sentiresti tutte le note alte e poco gli accenti, visto che usi lo stick control che e' ottimo come metodo stai basso sui sedicesimi ed alza solo sugli accenti, studia piano... unica pecca evidente e' il controllo del charlie sia sugli accenti con la bacchetta e sia la tenuta del tempo quando sei sul ride, studia di tenere i 4arti anche in levare che aiuta molto l'indipendenza e cmq di scandire il tempo col charlie sempre quando accompagni sul ride non solo in 4arti soprattutto nei tempi veloci, vedrai che poi ti verra' naturale e ti permettera' di accentare sul charlie con la bacchetta senza problemi, studia anche col dante Agostini, non mi ricordo il n. che affronta piu' stili rock-funk-jazz, quest'ultimo (jazz) fondamentale per lo sviluppo dell'indipendenza dei 4 arti...cmq direi che puoi tranquillamente gia' affrontare una band, ripeto il tempo c'e', devi solo affinare la tecnica soprattutto del charlie e stare attento alle dinamiche ed accenti sul rullo e poi su tutto il set... certo che studiare con un buon insegnante sarebbe meglio.Non e' mai tardi per suonare e a 36 anni sei ancora un pischello, nel senso buono, per la musica non c'e' eta' e soprattutto divertiti e non mollare, ripeto studia bene e piano, non aver fretta di migliorare pena fare le cose male e magari con una impostazione sbagliata, ripeto farsi dare un consiglio da un buon insegnante ti eviterebbe di sbagliare e focalizzaresti meglio in cosa devi migliorare.
Dimenticavo: studia anche l'accompagnamento sul ride (campana) in levare e non solo in battere, soprattutto sui ritmi funk si usa parecchio.
Come mi diceva sempre il mio maestro, suona il piu' possibile con una band o anche piu' di una, e' una palestra da cui non si puo' prescindere, solo confrontandoti con altri musicisti capirai a che livello sei e in cosa devi migliorare ma senza frustrazioni mi raccomando, soprattutto cerca gente positiva, deve sempre essere un sano e serio divertimento.
PS: come dice Phillips in un suo video didattico, studia i rudimenti che esegui col rullo anche con i piedi col doppio pedale stesso principio, anche la tecnica di cassa e' fondamentale ma spesso ce ne dimentichiamo, la differenza tra uno che suonicchia ed un professionista sta nello scandire bene i colpi su cassa rullo e charlie in primis, gia' questo aspetto fa la differenza e soprattutto anche di curare l'unisono nei colpi cassa-piatto/i - rullo/piatto/i - rullo/charlie, anche questo aspetto fa la differenza tra un mediocre ed un bravo batterista, non lo dico io , lo dicono i professionisti...Melotti ad esempio, solo per citarne uno non a caso :tru
Avatar utente
HAPPYBEAR
maestro del groove
maestro del groove
 
Messaggi: 1092
Iscritto il: dom apr 09, 2017 3:06 pm

Messaggioda TheLeftyDrummer il lun gen 14, 2019 12:50 pm

Grazie HAPPYBEAR per i preziosissimi consigli! Sì diciamo che il tempo è la cosa che al momento mi preoccupa meno. Studio quasi sempre con il metronomo, per cui tenere il tempo mi viene abbastanza naturale. Si può sempre migliorare ovviamente, ma ci sono lacune su cui sicuramente devo concentrarmi di più.

Il discorso di tenere le note non accentate basse durante le rullate è un po' una mia croce. Mi alleno molto su quello, e sul pad va già meglio... Il problema è che l'assurdo rimbalzo delle mesh non aiuta con le dinamiche e il controllo delle bacchette, soprattutto quando stai imparando, ma siccome l'unica volta che ho provato a montare le mylar mi sono beccato le bestemmie dal vicinato, sono costretto a usare le silent stroke...A causa di questo ho paura di sviluppare pessime abitudini, come quella che appunto hai sottolineato. Ammiro molto gli artisti che riescono a fare rullate lisce e precise con accenti che "risaltano" bene ed è una delle cose a cui aspiro di più. Purtroppo non poter lavorare su una pelle vera mi penalizza non poco in questo. Ho provato anche a montare una Black Hole della RTOM al posto della silentstroke sul rullante (tra l'altro costosissima, mannaggia ladra) perché avevo sentito che rimbalza meno, ma trovo che il feeling sia anche peggiore. Soldi buttati.

Tenere i quarti (o gli ottavi) con il pedale del charlie anche mentre sono sul ride non mi viene ancora naturale. Ogni tanto ci provo, ma al momento è proprio una forzatura. So che ci devo lavorare su e lo farò. Gli accenti in levare anche non mi vengono ancora naturali, soprattutto a velocità più elevate. Tutte cose su cui sto lavorando. So che si usano molto in generi come funk e reggae. Il mio problema forse è che ho messo troppa carne al fuoco in una volta: colpi doppi, dinamiche, stick control, indipendenza, rudimenti come paradiddle con vari sticking e accenti, studio di diversi generi, colpi doppi con un piede sulla cassa, lettura, controllo delle dita, ecc ecc... Insomma, troppe cose da studiare tutte insieme e alle volte alcune cose le perdo per strada per riprenderle settimane dopo.

Per lo studio dei generi al momento sto usando la Survival Guide for the Modern Drummer di Jim Riley. Non è un libro molto conosciuto in italia, anche perché è uscito da poco. In pratica dà un'infarinatura in tutti i generi, con alcuni groove e fill da poter utilizzare in ogni ambito. Non approfondisce nessun genere in particolare ma ti dà gli strumenti per almeno essere pronto in ogni situazione. Inoltre ha ben 124 tracce drumless su cui suonare sopra di ogni genere, dal funk al metal allo swing all'elettronica al country... Lo trovo ottimo.

Studio comunque soprattutto con pad e Stick Control. Stick Control in realtà NON ha accenti e ogni colpo andrebbe dato alla stessa dinamica, almeno così mi sembra intendesse l'autore. Sto fermo su una pagina anche una o due settimane, salendo gradualmente col metronomo. In un anno sono arrivato appena a pagina 23! Tra l'altro tutta la sezione dei flam, che ho quasi finito, è incredibilmente tosta e monotona... oltre gli 85/90 bpm in sedicesimi non riesco ad andare, mentre sui colpi singoli e doppi avevo molti meno problemi. Faccio ogni esercizio per un minuto prima di passare al seguente (so che andrebbero fatti 20 volte anziché un minuto, ma tenere il conto è sinceramente un casino, così è più pratico, e poi pure Don Famularo fa così, chi sono io per dire di no? :P )
TheLeftyDrummer
battipentole
 
Messaggi: 22
Iscritto il: ven dic 21, 2018 12:13 am

Messaggioda HAPPYBEAR il lun gen 14, 2019 1:13 pm

Tenere i quarti (o gli ottavi) con il pedale del charlie anche mentre sono sul ride non mi viene ancora naturale.

Il metodo piu' veloce e sicuro per abituarti a tenere il tempo col charlie e' lo studio dello swing (jazz) :wink: da li parte tutto compreso l'indipendenza degli arti, altrettanto fondamentale se vuoi raggiungere un buon livello ! Uno studio valido di batteria non puo' prescindere in primis dallo studio del linguaggio jazzistico, oltre naturalmente al resto, fidati :!:
Avatar utente
HAPPYBEAR
maestro del groove
maestro del groove
 
Messaggi: 1092
Iscritto il: dom apr 09, 2017 3:06 pm

Messaggioda nikman il lun gen 14, 2019 4:57 pm

Concordo con Happybear e aggiungo di studiare i ritmi della musica liscio, walzer, polka, mazurka, tango ecc

So che non sono il massimo ma aiutano moltissimo a migliorare come batteristi.
io suono in ciabatte
Avatar utente
nikman
guru delle pelli
guru delle pelli
 
Messaggi: 2353
Iscritto il: lun mag 05, 2014 10:17 am
Località: Rocca San Giovanni, Chieti

Messaggioda TheLeftyDrummer il lun gen 14, 2019 7:12 pm

Ok, messaggi recepiti finora, tenere il tempo col charlie, migliorare gli accenti col charleston aperto e controllare le dinamiche tra colpi accentati e non accentati. Dai, pensavo peggio :lol:

Il jazz lo sto già studiando (coi miei tempi...): sto studiando Syncopation tenendo i quarti con la cassa, hihat in due e quattro, swing sul ride e il ritmo scritto con il rullante. Comunque Syncopation è tosto per un neofita ma sicuramente mi aiuta con l'indipendenza (uno swing abbastanza di base riesco già a tenerlo senza troppi problemi, ovvio che le cose più complicate ancora mi sfuggono).
TheLeftyDrummer
battipentole
 
Messaggi: 22
Iscritto il: ven dic 21, 2018 12:13 am

Messaggioda wolwerine67 il lun gen 14, 2019 7:26 pm

Secondo me la cosa migliore da fare è quella che una volta,quando non si avevano grosse possibilità,facevano un po' tutti,e cioè suonare sulle canzoni,una volta era la prima cosa che si faceva ed era molto utile a mio avviso...
Immagine
wolwerine67
maestro del groove
maestro del groove
 
Messaggi: 1309
Iscritto il: lun gen 05, 2009 9:50 am
Località: Gorizia

Messaggioda edmondo il lun gen 14, 2019 7:26 pm

Io proverei a suonare un po ' più basso sul sedile......alzare un pochino il rullante e tutto il resto..... continua cosi ma se puoi quanto prima trova un 'ora a settimana per una maestro serio . .. Dopo una po ' che sarai andato potrai fare tesoro di quello che ti ha detto e potrai continuare da solo. Ma ti serve una persona che ti dia delle dritte .
1) YAMAHA PHX Phoenix (Black) 4pz. - 2) TAMBURO Formula Custom (Red Sparkle) 6pz. - 3) SONOR Ascent (Creme White) 5pz. - 4) Ibrido: DS cassa in EVOSuperbass Custom 22x17,5" (2011, pre 2.0 - ora Satin Black), con sopra tom/timpani DrumCraft Maple 10"/12"/14"ft/16"ft Series 8 (El.Black). - 5) Ibrido: Tamburo Studio cassa 22x16"+ tom/timpani Yamaha Live Custom tom 10"x7" e Floor 14x13" e 18x16":... "Provare per credere" !!
Avatar utente
edmondo
nonno di Buddy Rich
nonno di Buddy Rich
 
Messaggi: 14284
Iscritto il: mar gen 18, 2011 8:40 pm

Messaggioda HAPPYBEAR il lun gen 14, 2019 11:02 pm

Concordo con Edmondo, essere impostato bene e studiare nel giusto modo e' molto importante e solo un maestro ti puo' aiutare.
Intanto segui anche il buon Bob Brown https://www.youtube.com/watch?v=Ox2JexqHWKg lezioni semplici ed utili.
Avatar utente
HAPPYBEAR
maestro del groove
maestro del groove
 
Messaggi: 1092
Iscritto il: dom apr 09, 2017 3:06 pm

Messaggioda TheLeftyDrummer il lun gen 14, 2019 11:16 pm

Vedrò di trovarmi un maestro allora... E Rob Brown lo seguo già, lui come altri millemila batteristi americani e italiani... da Drumeo in poi... Tutto quello che so sulla tecnica in pratica l'ho imparato su youtube :tru
TheLeftyDrummer
battipentole
 
Messaggi: 22
Iscritto il: ven dic 21, 2018 12:13 am

Messaggioda HAPPYBEAR il lun gen 14, 2019 11:34 pm

Suona anche su questi pezzi, l'abc del linguaggio jazzistico https://www.youtube.com/watch?v=oDezbsyZVsQ trovi un sacco di pezzi di questo quintetto italiano molto belli e davvero semplici.
Album intero stupendo https://www.youtube.com/watch?v=1DqpvCp ... 039E9C1200 :tru
Avatar utente
HAPPYBEAR
maestro del groove
maestro del groove
 
Messaggi: 1092
Iscritto il: dom apr 09, 2017 3:06 pm

Messaggioda Bopper il sab gen 26, 2019 4:35 pm

Apri subito un account su mercatino e cerca degli altri strumentisti per suonare insieme. Non chiederti se sei bravo o a livello buono per suonare con altri, fallo e basta. Dichiara con naturalezza il tuo livello e cerca persone che vogliano soltanto suonare. Non devi presentarti a un'audizione o a un concorso per orchestra. La musica d'insieme è fondamentale, divertente, appagante a qualsiasi livello. Noi facciamo la musica non i campionati di tecnica e la musica, nel 99% dei casi, è pratica collettiva. Sei in grado di suonare con altri musicisti? ... SI.

Se poi hai davvero intenzione di alzare il livello del tuo padroneggiare lo strumento, invece, devi prendere delle lezioni, non c'è altra strada. Nel video che hai postato si vede che puoi suonare insieme ad altri, da oggi, e si vede anche la mancanza di un'insegnante e di un piano di studi. Se fai un'ora al giorno di stick control senza articolare col polso in modo corretto arrivi a un punto, il tuo, e ti fermi li, questo per quanto riguarda la tecnica pura. Il "rudimento" è prima di tutto allenamento fisico, focalizzato su movimenti innaturali, che alla lunga diventa fondamentale per ottenere musicalità stando rilassati. Essere rilassati è uno dei pilastri della creatività musicale e la tecnica, appunto, serve a quello. Ti prego di non prendere le mie parole come critica personale, ma se fossi un mio allievo noterei immediatamente la rigidità e ogni volta che si è rigidi si dimostra mancanza di rudimenti.
Altra cosa fondamentale dell'andare da un'insegnate è "cosa studio"?
L'insegnante ti corregge ma, soprattutto, ti fa progredire con gli steep adeguati. Studiare i "3 camps" senza aver studiato, anche teoricamente, i rulli è quasi impossibile. E' come tentare di replicare un fill senza aver fatto il passaggio dello studio del rullo a 5 a 7 a 9 a 11 (almeno). E' una questione di steep, se seguiti nell'ordine, più o meno giusto, raggiungi prima l'obbiettivo ma sopratutto comprendi quello che fai, non replichi a memoria.

Buona musica
Avatar utente
Bopper
battipentole
 
Messaggi: 19
Iscritto il: dom feb 15, 2009 5:34 pm
Località: Milano e dintorni

Messaggioda TheLeftyDrummer il dom gen 27, 2019 8:28 pm

Ok, sicuramente mi avete convinto nel prendere lezioni (anche io ero già orientato in questo senso a dire il vero), ma a questo punto ho un altro dilemma. Come approcciano gli insegnati la questione "mancinismo"? Io sono mancino all 100%, di mano e di piede. Monto quindi la batteria del tutto al contrario rispetto a un setup tradizionale. Devo portare l'ostinato con la mano sinistra e il piede sinistro sta alla cassa. Purtroppo però so che molti insegnanti, per questioni pratico-organizzative o proprio per convinzione, si rifiutano di insegnare a suonare su un set come il mio e preferiscono insegnare l'impostazione "open-handed". Questo però non elimina un sacco di difficoltà che un mancino dovrebbe comunque affrontare, come per esempio iniziare fill e rullate con la sinistra su un set coi tom organizzati da sinistra a destra...

In buona sostanza, se un insegnante mi proponesse l'approccio open handed e si rifiutasse di insegnare da "mancino" come mi consigliate di comportarmi? Imparare tutto da capo (non oso pensarci) oppure cercare un insegnante con un approccio diverso?
TheLeftyDrummer
battipentole
 
Messaggi: 22
Iscritto il: ven dic 21, 2018 12:13 am

Messaggioda HAPPYBEAR il dom gen 27, 2019 9:53 pm

Tienti stretta la tua impostazione e cerca uno che insegni ai mancini.
Avatar utente
HAPPYBEAR
maestro del groove
maestro del groove
 
Messaggi: 1092
Iscritto il: dom apr 09, 2017 3:06 pm

Messaggioda TheLeftyDrummer il lun gen 28, 2019 12:50 pm

Ok, perfetto. Potere ai mancini allora. :tru

Oggi ho fatto una scoperta terribile. Dopo un anno che faccio Stick Control mi sono reso conto come un babbeo che la maggior parte delle pagine sono scritte in cut-time... ciò vuol dire che io lavoravo, per esempio, sulle prime pagine con metronomo in quarti e quindi scandendo le ottave, tirandole su a un velocità anche elevata, o almeno così pensavo andasse fatto... invece quella cavolo di C barrata a inizio pentagramma sta a indicare che gli esercizi sono intesi in cut-time, e quindi in soldoni col metronomo in quarti vanno fatti in sedicesimi! Ciò vuol dire, in buona sostanza, che per esempio la prima pagina io non l'ho tirata su fino a 180-190 bpm, come pensavo, ma la metà!

Voglio morire. :oops: Ok, significa che devo ricominciare stick control DA CAPO. Ottimo. :cry:
TheLeftyDrummer
battipentole
 
Messaggi: 22
Iscritto il: ven dic 21, 2018 12:13 am

Messaggioda edmondo il lun gen 28, 2019 6:17 pm

Dovevi andare da un maestro prima.......
1) YAMAHA PHX Phoenix (Black) 4pz. - 2) TAMBURO Formula Custom (Red Sparkle) 6pz. - 3) SONOR Ascent (Creme White) 5pz. - 4) Ibrido: DS cassa in EVOSuperbass Custom 22x17,5" (2011, pre 2.0 - ora Satin Black), con sopra tom/timpani DrumCraft Maple 10"/12"/14"ft/16"ft Series 8 (El.Black). - 5) Ibrido: Tamburo Studio cassa 22x16"+ tom/timpani Yamaha Live Custom tom 10"x7" e Floor 14x13" e 18x16":... "Provare per credere" !!
Avatar utente
edmondo
nonno di Buddy Rich
nonno di Buddy Rich
 
Messaggi: 14284
Iscritto il: mar gen 18, 2011 8:40 pm

Messaggioda TheLeftyDrummer il lun gen 28, 2019 6:56 pm

Eh pazienza, inutile piangere sul latte versato. A ogni modo ricominciare male non può fare, c'è anche chi lavora solo sulla prima pagina per un vita, quindi...
TheLeftyDrummer
battipentole
 
Messaggi: 22
Iscritto il: ven dic 21, 2018 12:13 am

Messaggioda edmondo il mar gen 29, 2019 3:39 pm

Scherzavo sul maestro.....
1) YAMAHA PHX Phoenix (Black) 4pz. - 2) TAMBURO Formula Custom (Red Sparkle) 6pz. - 3) SONOR Ascent (Creme White) 5pz. - 4) Ibrido: DS cassa in EVOSuperbass Custom 22x17,5" (2011, pre 2.0 - ora Satin Black), con sopra tom/timpani DrumCraft Maple 10"/12"/14"ft/16"ft Series 8 (El.Black). - 5) Ibrido: Tamburo Studio cassa 22x16"+ tom/timpani Yamaha Live Custom tom 10"x7" e Floor 14x13" e 18x16":... "Provare per credere" !!
Avatar utente
edmondo
nonno di Buddy Rich
nonno di Buddy Rich
 
Messaggi: 14284
Iscritto il: mar gen 18, 2011 8:40 pm

Messaggioda HAPPYBEAR il dom feb 03, 2019 9:07 am

Oggi ho fatto una scoperta terribile. Dopo un anno che faccio Stick Control mi sono reso conto come un babbeo che la maggior parte delle pagine sono scritte in cut-time... ciò vuol dire che io lavoravo, per esempio, sulle prime pagine con metronomo in quarti e quindi scandendo le ottave, tirandole su a un velocità anche elevata, o almeno così pensavo andasse fatto... invece quella cavolo di C barrata a inizio pentagramma sta a indicare che gli esercizi sono intesi in cut-time, e quindi in soldoni col metronomo in quarti vanno fatti in sedicesimi! Ciò vuol dire, in buona sostanza, che per esempio la prima pagina io non l'ho tirata su fino a 180-190 bpm, come pensavo, ma la metà!

Voglio morire. :oops: Ok, significa che devo ricominciare stick control DA CAPO. Ottimo. :cry:


...come dicevo... un piccolo aneddoto: quando studiavo con un maestro mi ripeteva sempre di fare bene gli esercizi partendo piano, curando il movimento, il rimbalzo, gli accenti, la dinamica ed a supportare il tutto affermava che anche a lui capito' ad un certo punto del suo percorso di studi di dover rifare i rudimenti perche' si rese conto di non averli fatti correttamente a livello tecnico cosa che gli comportava dei problemi a livello di velocita, pulizia di esecuzione ecc. ecc... quindi se capita ad un professionista... e sto' parlando di un Professionista coi controzebedei :wink: che sta' suonando con artisti di calibro internazionale oltre a continuare la sua ottima attivita' didattica riconosciuta in tutta la penisola italica.
Avatar utente
HAPPYBEAR
maestro del groove
maestro del groove
 
Messaggi: 1092
Iscritto il: dom apr 09, 2017 3:06 pm

Messaggioda TheLeftyDrummer il dom feb 03, 2019 12:31 pm

Penso che capiti a tutti i livelli... Per esempio nel mio piccolo io mi sono accorto che facendo i paradiddle non articolo bene il movimento dell'upstroke (Rrlr, dove il colpo con la sinistra è il colpo che andrebbe dato in upstroke per preparare il successivo primo accento Llrl), per cui andando coi paradiddle in velocità perdo un po' di controllo perché la mano non è abituata a quel movimento. Ragion per cui i miei paradiddle sono fermi più o meno a 160 bpm in sedicesimi (tenendoli un minuto) ma sopra non vado se non per qualche battuta senza poi perdere il controllo con la mano debole.

A proposito della mano debole, che nel mio caso è la destra, mi sono accorto che è veramente indietro rispetto all'altra. Me ne accorgo soprattutto sui paradiddle, perché ad alte velocità la destra non controlla bene la bacchetta, e me ne accorgo quando alleno le dita per i colpi singoli su pad, perché se provo a fare cicli di 8 colpi per mano con la sinistra arrivo a 120 bpm in sedicesimi ma con la destra sono fermo a 100 bpm senza avvertire tensione. A questo proposito ho deciso di alternare Stick Control (che alla fine NON ho ricominciato perché, sinceramente, farlo in cut-time o common-time non è che in pratica cambi tantissimo, semplicemente è una questione di contare in un modo o nell'altro) a un altro metodo che mi sembra perfetto per rinforzare il lato debole, e cioè Weaker Side di Don Famularo. In pratica sono tutti esercizi di terzine ma col focus sulla mano (o piede) debole, e va fatto utilizzando free stroke e con la metodologia uguale allo Stick Control (un minuto ogni esercizio e passi al successivo senza pause fino alla fine della pagina). E' tosto, perché per farlo bene devi andare tutto di polso senza aiutarti con le dita, e in pratica fare terzine in ottavi con la mano debole per mezz'ora senza pause magari a 90 o 100 BPM sembra una cazzata ma non lo è manco per niente...

Non ho ancora contattato un maestro, senz'altro lo farò, ma anche senza sono molto molto autocritico su come lavoro e la mia buona dose di teoria la conosco già (qualcuno qui citava il passaggio dei rulli da 5 a 7 a 9, beh, sto studiando anche con il Wilcoxon quindi...). Non è detto che essere autodidatti crei necessariamente dei "disastri", soprattutto se si ha una buona testa e tanta determinazione. E studiare oggi non è com'era studiare negli anni '80 o '90... internet in questo semplifica molto la vita (a tutti i livelli, non solo con la batteria). Sicuramente un maestro può correggerti l'impostazione e guidarti sulla strada giusta, ma poi se devo capire come articolare un free stroke mi basta scaricare uno dei millemila tutorial di Bill Bachman o Don Famularo, mettermi davanti allo specchio col pad e farlo all'infinito con la giusta serietà. Dal maestro magari ci vai una o due ore a settimana, io sul pad ci passo una o due ore al GIORNO e penso sia così per più o meno tutti noi...

L'annuncio su internet per suonare con qualcuno l'ho messo da una settimana. Zero visualizzazioni. Come strada mi sembra un po' inutile :x Credo che nessuno voglia mettersi a suonare con un 36enne neofita. Di solito alla mia età si suona già da 15-25 anni. Diciamo che se avessi 18 anni sarebbe diverso, ma trovare altri "principianti" nei 30 la vedo duretta...
TheLeftyDrummer
battipentole
 
Messaggi: 22
Iscritto il: ven dic 21, 2018 12:13 am

Messaggioda Bopper il mer feb 06, 2019 5:37 pm

Io non sono molto d’accordo sulla questione maestro, maestro di me stesso, youtube.
Se essere pignoli con se stessi è buona prassi, su youtube trovi una spiegazione, spesso esaustiva, ma non trovi correzione. Sei certo che articoli in modo corretto? Se nessuno ti corregge i movimenti che fai come fai a progredire? L’insegnate questi fa perchè nel percorso di crescita non c’è nulla di peggio di una brutta abitudine. Più difficile cambiare un difetto che imparare di nuovo un movimento, facendolo subito bene.
Se posso permettermi stai mettendo troppa carne al fuoco. Il wilcoxon è un manuale abbastanza avanzato, specie nei piani di studi odierni e potrebbe, anche, non servirti mai. Credere di avanzare aumentabdo il livello di difficoltà degli esercizi non migliora, per forza, il proprio padroneggiate lo steumento. Se suoni i soli di wilcoxon con la rigidità del video che hai postato, credimi, serve a poco se non a imparare a memoria fraseggi nuovi.
Lascia perdere click e manuali, e concentrati su movimenti lenti e giusti. Migliorerai tutto il tuo suonate senza accorgerti.
Avatar utente
Bopper
battipentole
 
Messaggi: 19
Iscritto il: dom feb 15, 2009 5:34 pm
Località: Milano e dintorni

Messaggioda maver il gio feb 07, 2019 4:27 pm

amen.
mia madre mi diede una pentola e un mestolo a 9 anni......
tutt'ora continuo con pentola e mestolo..... bho'! unn'ho inteso eh?!?!?
maver
ho il ritmo nel sangue
ho il ritmo nel sangue
 
Messaggi: 536
Iscritto il: sab mag 02, 2015 11:30 am
Località: Prato

Messaggioda TheLeftyDrummer il sab mar 09, 2019 2:50 pm

Bopper ha scritto:Apri subito un account su mercatino e cerca degli altri strumentisti per suonare insieme. Non chiederti se sei bravo o a livello buono per suonare con altri, fallo e basta. Dichiara con naturalezza il tuo livello e cerca persone che vogliano soltanto suonare. Non devi presentarti a un'audizione o a un concorso per orchestra. La musica d'insieme è fondamentale, divertente, appagante a qualsiasi livello. Noi facciamo la musica non i campionati di tecnica e la musica, nel 99% dei casi, è pratica collettiva. Sei in grado di suonare con altri musicisti? ... SI.



Ho seguito il tuo consiglio, ho aperto un account su villaggiomusicale e messo un annuncio dichiarando il mio livello di principiante e la mia totale inesperienza in quanto a band. Sono stato contattato da un po' di gente, tutta troppo esperta per me oppure a decine di chilometri di distanza (ma li leggono gli annunci prima di contattare la gente o vedono "batterista" e cliccano a caso?)... Alla fine un chitarrista, anche lui molto più esperto di me e con qualche demo alle spalle, mi ha contattato dicendo che secondo lui le linee di batteria dei brani che aveva composto in passato non erano nulla di trascendentale. Io ho detto ok, ricordandogli il mio livello, ma lui ha detto di essere autodidatta e che non cercava chissà che maestro dello strumento e allora mi ha convinto. Poi il suddetto chitarrista ha trovato anche un cantante (anche lui con tre album alle spalle) e allora abbiamo fissato una data in sala prove. Abbiamo scelto un paio di brani da provare (che tra l'altro mi piacciono molto) che ci siamo preparati alla meglio per i fatti nostri prima di incontrarci.

La serata dal mio punto di vista era andata abbastanza bene, anche se ovviamente io ho pochi termini di paragone essendo inesperto... certo qualche incertezza (non solo mia a dire il vero) ma io non ho mai nascosto di essere "vergine" in quanto a band... Sta di fatto che ho notato quasi subito la freddezza non tanto del chitarrista quanto del cantante, e infatti un paio di giorni dopo mi arriva il messaggio da parte del chitarrista in stile "e' stato bello ma si vede che sei un po' indietro rispetto a noi ecc ecc in bocca al lupo".

Ora, io continuo a sentir dire da tutti "suona, suona, 36 anni non è troppo tardi per iniziare, mettiti in gioco..." MA comincio a pensare che sia una stronzata. A 36 anni ti mancano anni di esperienza che servono non tanto dal punto di vista tecnico quanto nel diventare una persona capace di stare in una band, sapere cosa dire e interpretare i mille segnali che ci sono quando si prova. Soprattutto manca la sicurezza. Io vorrei trovare gente con poca esperienza come me, proprio per partire allo stesso livello, ma il problema è proprio questo: alla mia età i novellini non li trovi, a meno di non mettermi a suonare coi 16enni (e onestamente non mi pare il caso). E poi la vita, il lavoro, ti impediscono di poter provare tutte le volte che servono per trovare quella sicurezza. Soprattutto giustamente uno con esperienza non ha voglia di "star dietro" a uno che deve ancora capire troppe cose.

Insomma, boh. Sono passato dal galvanizzato al totalmente a terra in pochi giorni. Sensazioni che avrei dovuto provate 20 anni fa e che invece provo adesso. Inoltre continuo ad avere problemi con un vicino di casa che mi scassa le balle nonostante la batteria con silentstroke e i piatti bucherellati. Insomma, posso suonare poco a casa e in sala prove mi hanno "segato" subito quindi è una situazione un po' di merda.

Probabilmente mi piace il Wilcoxon proprio perché è per solisti.
TheLeftyDrummer
battipentole
 
Messaggi: 22
Iscritto il: ven dic 21, 2018 12:13 am

Messaggioda nikman il sab mar 09, 2019 8:32 pm

Posso darti un consiglio spassionato? Se riesci, posta un video o anche un audio, va bene uguale, nel quale suoni una cover. Scegli una base drumless o anche normale e suonaci sopra, poi lo posti qui sul forum così che, gli esperti, che qui ci sono, possono darti un consiglio ed aiutarti a migliorare.
Per me è stato fondamentale, sono migliorato moltissimo e continuo a farlo.
Il brano, ovviamente, sceglilo tu, ti posso dare una dritta, però, suona su un brano bello dritto, senza troppi passaggi.
io suono in ciabatte
Avatar utente
nikman
guru delle pelli
guru delle pelli
 
Messaggi: 2353
Iscritto il: lun mag 05, 2014 10:17 am
Località: Rocca San Giovanni, Chieti

Messaggioda HAPPYBEAR il dom mar 10, 2019 11:04 am

Non ti preoccupeare, io i pezzi non li provo a casa, non posso, li ascolto e basta, ho una tecnica basilare, avendo studiato con un maestro di caratura ma non ho mai potuto approfondire lo studio come avrei voluto, so fare un po' di tutto, son entrato e uscito da band sia a volte per mia volonta' e sia per loro scelta (bocciato a provini), ho ricominciato e mollato il suonare con una band causa problemi vari, famiglia e lavoro, diverse volte ma non ho mai mollato... ultimamente ho suonato per un anno e mezzo con una buona band blues ed avevamo gia' pronto il repertorio per uscire live e poi sbamm il giocattolo si e' rotto causa defezione cantante e bassista, poi fermo un anno per cambio lavoro... ora sono stato chiamato di nuovo in un'altra band blues dalle buone/ottime prospettive e complimenti a manetta, la differenza la fanno il groove, il timing, il tiro e fare il necessario, senza strafare, per la buona riuscita del pezzo... i complimenti arrivano per il tiro, la pulizia d'esecuzione, il suono, e l'essenzialita' del drumming, poche cose ma fatte e bene e giuste per il pezzo.
Poi di gente con la puzza sotto il naso ne trovi a iosa, poi sono i primi a non combinare una mazza, son uscito da band perche' ritenuto a volte inadeguato per poi scoprire che non hanno cmq combinato nulla.
Quindi insisti, per suonare non c'e' eta'... Nella ns. band c'e' un hammondista di 67 anni e spacca il sederino ai passeri.
Nella musica l'eta' e' solo un mero dato anagrafico, i miei miti musicali e batteristici ormai sono ultrasessantenni o quasi ma son li ancora ad insegnare come si suona lo strumento e come si suona un pezzo coi controcapperi. :wink:
Son stato fermo per mesi, forse anche un anno ultimamente e due settimane fa' sono andato in sala prove con la band, ebbene temevo la lunga inattivita' ma sorprendentemente ho risuonato senza problemi (groove), solo un po' di indolenzimento alla mano dx verso fine serata... scoprendo che serve anche solo mantenere in allenamento la testa perche' mentalmente , pur fermo con l'esercizio, non ho mai smesso di suonare.
Una volta imparato ad andare in bicicletta non te lo scordi mai.
Quindi insisti, testa bassa e non ti curare ne delle delusioni ne dei millantati semi-pro che trovi in giro, alla lunga dedizione, passione e determinazione daranno i loro frutti, fondamentale trovare gente positiva ed umile che ti mettano in condizione di rendere al meglio, come nella vita... chiarisci fin da subito cosa vuoi fare e quali sono gli obiettivi , cosi' eviti di perdere tempo e capisci subito con chi hai a che fare, fidati.
Meglio un' addio subito che non una sofferenza prolungata e soprattutto divertiti :tru
Ultima modifica di HAPPYBEAR il dom mar 10, 2019 11:27 am, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
HAPPYBEAR
maestro del groove
maestro del groove
 
Messaggi: 1092
Iscritto il: dom apr 09, 2017 3:06 pm

Messaggioda TheLeftyDrummer il dom mar 10, 2019 11:27 am

nikman ha scritto:Posso darti un consiglio spassionato? Se riesci, posta un video o anche un audio, va bene uguale, nel quale suoni una cover. Scegli una base drumless o anche normale e suonaci sopra, poi lo posti qui sul forum così che, gli esperti, che qui ci sono, possono darti un consiglio ed aiutarti a migliorare.
Per me è stato fondamentale, sono migliorato moltissimo e continuo a farlo.
Il brano, ovviamente, sceglilo tu, ti posso dare una dritta, però, suona su un brano bello dritto, senza troppi passaggi.


Ok allora, visto che ce l'ho già pronto posto un brano di quelli che abbiamo suonato in saletta (ho registrato le prove) e su cui quindi sono stato "bocciato". E' un pezzo degli Incubus, Circles. Anche perché se ora mi metto a suonare un pezzo e lo registro finché non è perfetto da postare, beh, così è troppo facile "falsare" un giudizio...

https://vocaroo.com/i/s102d2hNew1n

Tieni conto però che c'è un punto dove il chitarrista ha saltato quattro battute e mi ha fatto quasi uscire di tempo. Subito prima della prima strofa c'è un passaggio strano, una battuta in 5/8 seguita da una in 7/8 (che poi si ripeterà nel finale ma in 4 battute); ecco, il chitarrista ha anticipato di quattro battute quel passaggio e quindi mi sono dovuto adeguare. Già non è facilissimo per un principiante passare da un tempo normale in 4/4 a uno dispari e doverlo contare per sole due battute per poi rientrare, figuriamoci se me lo anticipi...
TheLeftyDrummer
battipentole
 
Messaggi: 22
Iscritto il: ven dic 21, 2018 12:13 am

Messaggioda TheLeftyDrummer il dom mar 10, 2019 11:30 am

HAPPYBEAR ha scritto:Non ti preoccupeare, io i pezzi non li provo a casa, non posso, li ascolto e basta, ho una tecnica basilare, avendo studiato con un maestro di caratura ma non ho mai potuto approfondire lo studio come avrei voluto, so fare un po' di tutto, son entrato e uscito da band sia a volte per mia volonta' e sia per loro scelta (bocciato a provini), ho ricominciato e mollato il suonare con una band causa problemi vari, famiglia e lavoro, diverse volte ma non ho mai mollato... ultimamente ho suonato per un anno e mezzo con una buona band blues ed avevamo gia' pronto il repertorio per uscire live e poi sbamm il giocattolo si e' rotto causa defezione cantante e bassista, poi fermo un anno per cambio lavoro... ora sono stato chiamato di nuovo in un'altra band blues dalle buone/ottime prospettive e complimenti a manetta, la differenza la fanno il groove, il timing, il tiro e fare il necessario, senza strafare, per la buona riuscita del pezzo... i complimenti arrivano per il tiro, la pulizia d'esecuzione, il suono, e l'essenzialita' del drumming, poche cose ma fatte e bene e giuste per il pezzo.
Poi di gente con la puzza sotto il naso ne trovi a iosa, poi sono i primi a non combinare una mazza, son uscito da band perche' ritenuto a volte inadeguato per poi scoprire che non hanno cmq combinato nulla.
Quindi insisti, per suonare non c'e' eta'... Nella ns. band c'e' un hammondista di 67 anni e spacca il sederino ai passeri.
Nella musica l'eta' e' solo un mero dato anagrafico, i miei miti musicali e batteristici ormai sono ultrasessantenni o quasi ma son li ancora ad insegnare come si suona lo strumento e come si suona un pezzo coi controcapperi. :wink:
Son stato fermo per mesi, forse anche un anno ultimamente e due settimane fa' sono andato in sala prove con la band, ebbene temevo la lunga inattivita' ma sorprendentemente ho risuonato senza problemi (groove), solo un po' di indolenzimento alla mano dx verso fine serata... scoprendo che serve anche solo mantenere in allenamento la testa perche' mentalmente , pur fermo con l'esercizio, non ho mai smesso di suonare.
Una volta imparato ad andare in bicicletta non te lo scordi mai.
Quindi insisti, testa bassa e non ti curare ne delle delusioni ne dei millantati semi-pro che trovi in giro, alla lunga dedizione, passione e determinazione daranno i loro frutti, fondamentale trovare gente positiva ed umile che ti mettano in condizione di rendere al meglio, come nella vita... chiarisci fin da subito cosa vuoi fare e quali sono gli obiettivi , cosi' eviti di perdere tempo e capisci subito con chi hai a che fare, fidati.
Meglio un' addio subito che non una sofferenza prolungata e soprattutto divertiti :tru


Ecco, queste sono esattamente le parole che uno si aspetta di sentire quando è a terra. Grazie davvero per l'incoraggiamento! :)
TheLeftyDrummer
battipentole
 
Messaggi: 22
Iscritto il: ven dic 21, 2018 12:13 am

Messaggioda HAPPYBEAR il dom mar 10, 2019 11:35 am

Ho ascoltato il pezzo, per me' sei assolutamente sul pezzo e nel pezzo, tieni conto che a me' ad un provino mi han segato perche' avevo trovato la stessa passione e feeling con la cantante (pezzi latin) ed il chitarrista era geloso, oppure mi e' capitato perche' a pelle stavo sulle balle a qualcuno, una volta mi e' successo addirittura in fase di presentazione e relativa stretta di mano ancora prima di provare, ci siam guardati negli occhi e ho notato che mi squadrava con disprezzo, quindi, non sempre si viene bocciati per incapacita' ma pure per altri aspetti... nel tuo caso specifico ripeto sei nel pezzo quindi i motivi van ricercati altrove... fidati persevera, ed il livello di partenza e' buono, un conto se non avessi timing... hai tutto per suonare e per toglierti le tue sacrosante soddisfazioni, devi solo trovare la gente giusta e con la giusta predisposizione... ti dico l'ultima: esperienza devastante dal punto di vista umano... entro in una band blues, il chitarrista tesse le fila, dopo due prove defenestra il secondo chitarrista in malo modo, proviamo alcuni cantanti e sempre gioca al massacro... alla fine ho scoperto che era un ubriacone con odio verso il prossimo e che godeva a trattare male il prossimo senza motivo... alla fine lo abbiamo segato e continuato con gli altri...di gente fuori ce n'e', altroche'... basta togliersela dai maroni velocemente e proseguire con quelli giusti.
Ultima modifica di HAPPYBEAR il dom mar 10, 2019 11:52 am, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
HAPPYBEAR
maestro del groove
maestro del groove
 
Messaggi: 1092
Iscritto il: dom apr 09, 2017 3:06 pm

Messaggioda TheLeftyDrummer il dom mar 10, 2019 11:51 am

HAPPYBEAR ha scritto:Ho ascotato il pezzo, per me' sei assolutamente sul pezzo e nel pezzo, tieni conto che a me' ad un provino mi han segato perche' avevo trovato la stessa passione e feeling con la cantante (pezzi latin) ed il chitarrista era geloso, oppure mi e' capitato perche' a pelle stavo sulle balle a qualcuno, una volta e' successo in fase di stretta di mano ancora prima di provare, ci siam guardati negli occhi e ho notato che mi squadrava con disprezzo, quindi, non sempre si viene bocciati per incapacita' ma pure per altri aspetti... nel tuo caso specifico ripeto sei nel pezzo quindi i motivi van ricercati altrove... fidati persevera, ed il livello di partenza e' buono, un conto se non avessi timing... hai tutto per suonare.


Grazie :) Allora cose da migliorare per me ci sono (a volte sono leggermente in ritardo sul backbeat ma è una cosa su cui sto lavorando) ma cacchio è la prima volta che entro in una sala prove e loro lo sapevano, cosa si aspettavano l'enfant prodige (però vecchio)? :mrgreen:
TheLeftyDrummer
battipentole
 
Messaggi: 22
Iscritto il: ven dic 21, 2018 12:13 am

Messaggioda HAPPYBEAR il dom mar 10, 2019 11:56 am

Con la costanza e pratica di sicuro aggiusterai questo aspetto... fattene una ragione, purtroppo c'e' gente che si sente Dio in terra, per essere la prima volta hai fatto una prova degna e poi cmq eri stato sincero... peggio per loro.

(a volte sono leggermente in ritardo sul backbeat ma è una cosa su cui sto lavorando)

... a conferma di tutto hai un buon orecchio e questo ti aiutera' molto, fidati e cosi' anche per me'... il capire subito cosa fare ed il timing ti aiuteranno parecchio poi il resto verra' con la pratica e la continuita'. :wink: la capacita' di entrare subito nel mood dei pezzi e' un'ottimo aspetto, o ce l'hai o non ce l'hai, non lo impari da nessuna parte, neanche il maestro te lo puo' insegnare, si chiama talento e tu ce l'hai.
Sai quante volte mi e' capitato di subentrare in band che si lamentavano del batterista precedente perche' ipertecnico ma che non sapeva entrare nel mood dei pezzi... hai voglia.

però vecchio

...vecchio ?tu ne hai 35... io sono una testa di caxxo e ne ho 50... :D figurati quanti fenomeni da ricovero immediato ho visto lungo il mio tortuoso percorso, ma sono ancora sul pezzo, tiro le pelli e vai di rimshot sui denti... :lol:

Ti piace come suono ? bene... non ti piace ? ..bene lo stesso... avanti la prossima band...grazie a Dio c'e' talmente tanta gente che suona che non devo necessariamente sposare nessuno... ho gia' dato una volta :D :) :lol:
Avatar utente
HAPPYBEAR
maestro del groove
maestro del groove
 
Messaggi: 1092
Iscritto il: dom apr 09, 2017 3:06 pm

Prossimo

http://www.youtube.com/watch?v=NP5_CJg7oKQ

Torna a Didattica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite