labatteria.it • Leggi argomento - Costruire e modificare pad professionali per e drum


Costruire e modificare pad professionali per e drum

La sezione per i vostri lavori manuali: avete costruito degli octoban, dei rullanti, delle batterie, o anche dei pad elettronici?
Volete insonorizzare o fare lavori nel vostro locale?
Parlatene qui.

Messaggioda Scryc il mer feb 25, 2015 5:09 pm

prima di tutto grazie per la risposta,
il piezo è all'interno di un involucro trasparente, e presumo si possa tranquillamente sostituire con quel modello che hai trovato su google che ha gli occhielli per essere fissato a pannello, dell' originale, potrei anche forzare l'involucro e provare a vedere se poi riesco a richiuderlo sostituendo solo il disco.

Immagine

Quello che in realtà mi servirebbe sapere è: che specifiche deve avere, al di la del diametro, per poter essere compatibile, vedo ad esempio questo http://it.rs-online.com/web/p/buzzer-piezoelettrici/7243150/
e mi chiedevo se potesse andare bene.

Grazie ancora.
Scryc
battipentole
 
Messaggi: 3
Iscritto il: ven feb 20, 2015 9:43 am

Messaggioda amigamess il mer feb 25, 2015 5:23 pm

prendi questi, io li uso e sono perfetti...lascia stare quelli con involucro plastico.....le specifiche per quel lavoro che devi fare contano poco o niente......comunque a vederlo non mi sembra rotto a meno che non ha crepe che non vedo...

http://it.rs-online.com/web/p/buzzer-pi ... i/7474691/
Avatar utente
amigamess
ho il ritmo nel sangue
ho il ritmo nel sangue
 
Messaggi: 466
Iscritto il: mer nov 07, 2012 1:28 pm
Località: Milano

Messaggioda Scryc il mer feb 25, 2015 7:39 pm

Apparentemente ė integro, ma non ha più sensibilità alla dinamiche basse e manca spesso dei colpi, grazie del suggerimento, visto il costo esiguo valuterò anche l'acquisto di uno incapsulato
Scryc
battipentole
 
Messaggi: 3
Iscritto il: ven feb 20, 2015 9:43 am

Messaggioda viper86 il gio feb 26, 2015 3:52 pm

Ragazzi io ho una Millenium
Immagine

Mi va bene, ma mi sto rompendo le palle a causa dei jack, prendono/non prendono... si girano, con le vibrazioni tendono ad uscire dall'attacco... mi stanno facendo impazzire!

Sono jack normali, maschio 6,3 dalla centralina e dai fusti, vorrei modificarli, a costo di aprire la centralina, saldare e modificare tutto... voglio roba che non perda un colpo, anche se fissa, tanto non faccio mai modifiche; cosa posso fare? :)
Avatar utente
viper86
guru delle pelli
guru delle pelli
 
Messaggi: 1707
Iscritto il: mar mag 15, 2012 9:45 pm

Messaggioda amigamess il gio feb 26, 2015 3:58 pm

vedi che faccio bene io a usare i CAVI diretti saldati?? Nel mio piccolo ci avevo pensato a sto fatto...un JACK solo alla fine che va alla centralina stop...sui sensori baypassi il connettore femmina (mi pare di vedere dei ddrum) tagli il connettore maschio, del tubetto termoestinguente qualche passa cavo in gomma e via di saldatore!
Avatar utente
amigamess
ho il ritmo nel sangue
ho il ritmo nel sangue
 
Messaggi: 466
Iscritto il: mer nov 07, 2012 1:28 pm
Località: Milano

Messaggioda viper86 il gio feb 26, 2015 4:15 pm

Yes! Si infatti mi è venuto in mente guardando il tuo progetto. :wink: Il discorso sta anche dentro la centralina, i cotatti dei jack alla fine sono 2 lamelle che col tempo si deformano, se il jack ruota il contatto prende male... Mi sembra un metodo obsoleto... :)
Avatar utente
viper86
guru delle pelli
guru delle pelli
 
Messaggi: 1707
Iscritto il: mar mag 15, 2012 9:45 pm

Messaggioda amigamess il gio feb 26, 2015 4:51 pm

giusto...rileggendo ho capito che hai problemi anche nella centralina....comunque è un discorso di economia....hanno già fatto sistemi diversi di attacco. Poi dipende dalla qualità dei JACK (e prese jack)...cambiano molto, ma per tenere prezzi bassi questo è quanto...Io nel mio piccolo (tra le altre cose) per i miei kit, ho fatto una distinta base, che per chi non sa cos'è si tratta semplicemente di un foglio excell dove riporti tutti i pezzi che compongono un prodotto con relativo costo, codice, fornitore ecc.ecc..Prendi un jack da 1 euro alla fine il costo è X, lo prendi da 4 il costo finale e' MOLTO diverso...non so se mi spiego....figurati quelli della Millenium cosa devono guardare per tenere i prezzi bassi e cercare di dare qualità!
Avatar utente
amigamess
ho il ritmo nel sangue
ho il ritmo nel sangue
 
Messaggi: 466
Iscritto il: mer nov 07, 2012 1:28 pm
Località: Milano

Messaggioda amigamess il dom apr 12, 2015 3:15 pm

ha ha...chi ha copiato?? hi hi hi

http://pintechworld.com/shop/pintech-hi-hat-controller/

http://www.digital-drums.it/it/article/ ... ustom.html

be...il mio costa decisamente meno.....hi hi hi...
Avatar utente
amigamess
ho il ritmo nel sangue
ho il ritmo nel sangue
 
Messaggi: 466
Iscritto il: mer nov 07, 2012 1:28 pm
Località: Milano

Messaggioda Lju il gio apr 16, 2015 3:16 pm

E' un po' di giorni che mi chiedo una cosa.. è mai possibile che nessuno abbia pensato a fare una centralina che lavori il segnale elettrico tramite PC? Mi spiego meglio.. qualcosa del tipo MegaDrum però che semplicemente converte il segnale analogico dagli ingressi in digitale comunichi tramite USB con un programma su PC che converta il tutto in MIDI. Praticamente una cosa stile DSP Trigger della AudioFront però con un programma standalone connesso alla "centralina" che a questo punto costerebbe mooolto meno perché sarebbe semplicemente un ADC senza bisogno di nessun preamplificatore. Con la potenza praticamente infinita del PC rispetto alle unità di calcolo presenti nelle centraline si potrebbero fare cose molto interessanti e DSP Trigger ne è la prova (vedi video che battitore qualche tempo fa linkò, proveniente dal forum di vDrums).
Tra l'altro in seconda sede, basterebbe poi aggiungere un bel Raspberry PI 2 dentro alla centralina per avere volendo tutto dentro allo stesso blocco con una spesa anche minore della MegaDrum e con la possibilità di avere anche suoni integrati (volendo anche prodotti da VST come fa 2Box) e per assurdo anche un uscita video per avere un mini monitor o un touchscreen direttamente sulla centralina o dove uno vuole.

Ora.. io non riesco a credere che nessuno abbia pensato di realizzare un qualcosa di simile.. mi sto perdendo qualche passaggio io? Ci sono problemi che non ho preso in considerazione?
Avatar utente
Lju
battipentole
 
Messaggi: 38
Iscritto il: gio giu 27, 2013 6:36 pm

Messaggioda amigamess il gio apr 16, 2015 3:20 pm

ci sta lavorando da tempo il nostro massimo bernova....sta facendo la nano drum e comunque già la microdrum fa quello che dici tu e ci puoi attaccare anche il modulo wavetrigger per generare i suoni...http://microdrum.altervista.org/blog/
Avatar utente
amigamess
ho il ritmo nel sangue
ho il ritmo nel sangue
 
Messaggi: 466
Iscritto il: mer nov 07, 2012 1:28 pm
Località: Milano

Messaggioda Lju il gio apr 16, 2015 4:25 pm

Molto interessante.. la MicroDrum se non sbaglio è concettualmente simile alla MegaDrum.. sulla nano drum non riesco a trovare niente sul blog sul progetto a parte le foto del PCB..

EDIT:
ok ho trovato questo post e quest'altro post, ma da quel poco che si può capire la conversione in MIDI è effettuata dalla nanodrum, quello che intendevo io era un po' diverso.. ovvero la possibilità di avere un software come DSP Trigger che generasse il MIDI, in pratica la centralina si limiterebbe a convertire il segnale analogico in digitale e inviarlo tramite USB al programma lato PC.
Avatar utente
Lju
battipentole
 
Messaggi: 38
Iscritto il: gio giu 27, 2013 6:36 pm

Messaggioda amigamess il gio apr 16, 2015 6:14 pm

aspettiamo massimo per le certezze, ma credo ci sia già più o meno quello che intendi....nano drum esce già in midi ma se non ricordo male via usb...(come comunque già fa la microdrum) solo che microdrum non è nativa ma devi usare airless e loopmidi, due software con i quali prendi i dati "seriali" via usb dalla microdum e li trasformi in midi...poi li gestisci come vuoi con i vst o con quello che ti pare (anche un modulo wave)....nanodrum toglie ariless e loopmidi in quanto gli sta inserendo già la conversione seriale midi o roba del genere...in pratica nanodrum esce già il segnale midi che poi usi con i vst o con quello che vuoi....dsp trigger non fa altro che emulare una piccola nanodrum o una piccola microdrum tutto via software...pertanto dovresti creare dentro un host un insieme di dsptrigger uno per ogni tamburo (e non so come funziona con i piatti e con HiHat in quanto sono rimasto alle prime versioni) poi il segnale lo elabori via ocmputer e lo mandi sempre al tuo vst....pertanto non vedo tutto questo grande vantaggio....oltre tutto devi sempre entrare o via microfono o via line in al pc, pertanto scheda audio gigantesca che costa più di nonodrum o megadrum o trigger io della situazione..però magari ci sono degli sviluppi che non conosco in quanto come dicevo sono rimasto alla prime versioni di dsptrigger...ciao!
Avatar utente
amigamess
ho il ritmo nel sangue
ho il ritmo nel sangue
 
Messaggi: 466
Iscritto il: mer nov 07, 2012 1:28 pm
Località: Milano

Messaggioda Lju il gio apr 16, 2015 7:06 pm

No, certo, hai colto in pieno il punto su dsptrigger, ovvero un software con grandi potenzialità ma sviluppato, secondo me :lol:, un po' male. Mi spiego meglio: per dsptrigger devi avere la DAW in esecuzione visto che lavora solo come VST o AU e inoltre per ogni pad c'è bisogno di una sessione diversa. Insomma per niente comodo, anzi!

Per quanto riguarda la microdrum io intendevo proprio evitare che la conversione midi avvenisse sul modulo. Come detto da te utilizzare una scheda audio o un convertitore ADC avrebbe costi esagerati (perché nella maggior parte dei casi devono avere un sample rate alto e una risoluzione di almeno 24bit, mentre per quello che intendevo io basta un convertitore ADC molto più "modesto".. per questo dico che andrebbe fatta una "centralina" apposta per catturare il segnale che poi dovrebbe essere mandato al PC tramite USB dove un software (non dsptrigger ma uno implementato appositamente) analizzerebbe l'onda e genererebbe il midi.

Oggi ho fatto un test veloce con un pad vecchio che avevo fatto per un amico ma che era uscito male e non riuscivo a configurarlo decentemente né sulla mia Megadrum né su altri moduli (lui aveva un'alesis trigger io e una centralina roland non ricordo il modello forse TD8) era uno dei primi esperimenti e c'erano parecchi falsi trigger.. insomma era proprio fatto male il pad. L'ho collegato per curiosità a dsptrigger e senza troppi settaggi semplicemente col calibrate automatico andava alla grande! I vantaggi di poter far analizzare il segnale a un software più avanzato su PC secondo me sono innegabili.. immaginate anche solo l'XTalk che potrebbe essere calibrabile premendo "calibra XTalk".. poi battendo sul pad parecchie volte in tutte le posizioni possibili e con tutte le intensità del caso.. e la centralina vedrebbe da sola se altri pad generano un input di conseguenza impostando quindi automaticamente XTalk per tali pad..

Forse sto sognando troppo.. :D
Avatar utente
Lju
battipentole
 
Messaggi: 38
Iscritto il: gio giu 27, 2013 6:36 pm

Messaggioda amigamess il gio apr 16, 2015 7:34 pm

ok...scusa se insisto....ma ste cose le fai con la microdrum e i software che il buon massimo sta facendo....una auto calibrate era già previsto e la microdrum fondamentalmente usa arduino (nano drum nemmeno quello ma solo lo stretto necessario) per convertire appunto i segnali in ingresso e mandarli al pc .......poi via software fai quello che vuoi, resta sempre il fatto che il software sa da finire/sviluppare e massimo non riesce a fare tutto in tempo zero, visto che lo fa per hobby...nano drum è quello che intendi tu, hai visto quanto poco costa nanodrum?? Costa poco ma poco poco....è una centralina con lo stretto necessario che prende i segnali dai sensori e li manda via midi (con velocity ecc ecc) al pc, poi li elabori con i programmi o li mandi ad un modulo sonoro....in pratica è quello che cerchi ma sa da finire....Ciao!
Avatar utente
amigamess
ho il ritmo nel sangue
ho il ritmo nel sangue
 
Messaggi: 466
Iscritto il: mer nov 07, 2012 1:28 pm
Località: Milano

Messaggioda Lju il gio apr 16, 2015 10:12 pm

Scusami se insisto anche io (sono testardo :lol:) ma mi sa che diciamo due cose diverse, ho capito che con la nanodrum fai tutto, così come con la megadrum (che tra l'altro ho), ma quello che dicevo io è un modo diverso di affrontare la cosa, non si tratta solo dell'auto calibratura, arduino o altro, è proprio un approccio diverso di triggering.
Con questo non volevo sminuire il lavoro di Massimo che è un grandissimo lavoro (forse anche più complicato di quello che suggerivo io) e il prezzo della nanodrum è eccezionale!
Però, ripeto, l'idea che avevo accennato era un attimino diversa dal concept di nanodrum e se dovesse per caso dare un'occhiata a questo thread mi piacerebbe che Massimo potesse confermarmelo..
Avatar utente
Lju
battipentole
 
Messaggi: 38
Iscritto il: gio giu 27, 2013 6:36 pm

Messaggioda amigamess il ven apr 17, 2015 6:50 am

testardo è buono! io sono peggio di te! aspettiamo il buon massimo.....che ci farà fare na figura di merda! :D
Avatar utente
amigamess
ho il ritmo nel sangue
ho il ritmo nel sangue
 
Messaggi: 466
Iscritto il: mer nov 07, 2012 1:28 pm
Località: Milano

Messaggioda MassimoBernava il ven apr 17, 2015 7:17 am

Eccomi! :mrgreen: Dovete ripetere il mio nome un paio di volte facendo roteare un cavo jack sopra la testa per invocarmi rapidamente... Per questo non ho risposto subito :oops: . Minchiate a parte ringrazio entrambi per i complimenti e passo a dire la mia. L'idea di Lju credo di averla capita, una specie di campionatore (ADC) multiingresso che invia i segnali "grezzi" al pc e poi lascia a lui il compito di analizzarli. Teoricamente è fattibile (in fondo esistono le schede audio...partiamo da la e riduciamo i costi con componenti meno "raffinati") ma comporta una serie di problemi non indifferenti.

Il primo che mi viene in mente è il trasferimento digitale delle informazioni, per rendere il pc capace di operare una buona analisi devi inviare tanti dati, ci vorrebbe una porta USB di ultima generazione con la complicazione che questo comporta (oltre che la spesa, lo standard USB è a pagamento, con la vecchia versione qualche ditta ha rilasciato dei codici free ma con le nuove non so). Forse potresti "scomporre" i segnali analogici dei pad e ricomporli in un unico segnale analogico, passarlo al pc tramite la scheda audio e fare l'operazione inversa. L'idea è vecchia (se AM e FM vi dicono qualcosa...) ma ci sono una serie di teoremi stringenti che alla fine porterebbero a poter usare pochi pad.

Il secondo è la necessità di avere un buon pc che riesca ad analizzare i dati e far girare vst in contemporanea. Non dico che non sia fattibile però, come dire, alzi l'asticella.

Ovviamente sono considerazioni che valgono per il DIY una ditta grande potrebbe fare tutto senza problemi, anzi secondo me ci sarà già una roland td300 che lo fa, ma prima devono spennare un po' di gente con la td30, poi la 35, poi la 40 in cui ci sarà l'innovativa capacità di caricare i tuoi campioni wav ecc...

Invece per il DIY penso che il costo non vale la pena, ci sono processori "stile arduino" programmabili a casa che costano 20€ ,fanno ADC e vanno a 120Mhz (vedi Nucleo e simili), ne metti 5 a lavorare in parallelo e con 100€ hai tutta la potenza che ti serve in una scatoletta, gli aggiungi la nuova RaspPi con Windows 10 e ci fai anche il caffè ....

Facciamo così, trovate un tizio con i soldi (molti soldi) , reclutiamo una squadra qui sul forum, e vedete che in un anno le Roland sembreranno Medeli :tru
Avatar utente
MassimoBernava
rullatore da guerra
rullatore da guerra
 
Messaggi: 268
Iscritto il: mar mar 10, 2009 3:07 pm

Messaggioda Lju il lun apr 20, 2015 11:30 pm

Eccolo!
Allora ti rispondo per gradi.. innanzitutto i complimenti sono meritatissimi! :wink:
Hai capito benissimo qual'era il mio intento. :D
Capisco che ci siano delle limitazioni e problematiche da superare, però l'USB2 non dovrebbe essere più che abbastanza per trasferire i dati? Io per esempio ho una MOTU 828mk3 e supporta 18 canali in input simultaneamente a 192kHz/24Bit tramite sia USB2 che Firewire400, nel nostro caso credo ci basti una risoluzione moooolto più bassa, se non sbaglio arduino ha il convertitore ADC a 10bit/15ksps, anche processando a una qualità leggermente maggiore credo ce ne stiano parecchi di canali dentro alla banda totale! :D

Per il fatto del buon pc.. quello dipende! Cioè se un arduino riesce ad elaborare il segnale credo che qualsiasi PC di questo secolo riesca a farlo! DspTrigger ne è la prova, non hanno nemmeno pubblicato i Minimum Requirements scrivendo semplicemente "If your computer is less than about five years old, then it should have absolutely no problem running DSP Trigger".
E l'obiettivo sarebbe proprio sfruttare la potenza in eccesso del PC, per esempio il software potrebbe "campionarsi" la forma d'onda tipica dei vari colpi per ogni pad cercando così di smorzare automaticamente i doppi trigger o analizzando meglio il decay della forma d'onda e molte altre cose..

La considerazione sul DIY.. beh è il vero tallone d'achille della mia idea! Io purtroppo dal punto di vista dell'elettronica sono rimasto al livello scolastico, poco più! L'unica cosa su cui potrei essere d'aiuto in un eventuale progetto è il lato software essendo sviluppatore. :lol:
Però ecco appunto.. l'idea sarebbe stata partire da qualcosa di molto avanzato sfruttando il PC per poi muoversi come dicevi te nella direzione dell'integrare tutto con Raspberry o simili mentre vedo un po' più complicato fare direttamente tutto nello stesso dispositivo da subito come stai facendo appunto anche te..
Avatar utente
Lju
battipentole
 
Messaggi: 38
Iscritto il: gio giu 27, 2013 6:36 pm

Messaggioda amigamess il gio mag 21, 2015 1:39 pm

Raga, avrei bisogno di due info riguardo al collegamento dei trigger DIY su centraline ROLAND (TD11 nella fattispecie).

Ho letto in questo topic alcune cose al riguardo, ma non trovo più la pagina corretta...in pratica mi pare di ricordare che i piezo su roland vanno invertiti di polarità, (tra piezo head e piezo RIM) in pratica l'Head è massa interno e positivo esterno, il rim l'esatto opposto....ma non ne sono certo, su alesis è tutto normale (rosso centrale e nero esterno per intenderci)..Non è che mi rinfrescate un'attimo questo collegamento?? Grazie!
Avatar utente
amigamess
ho il ritmo nel sangue
ho il ritmo nel sangue
 
Messaggi: 466
Iscritto il: mer nov 07, 2012 1:28 pm
Località: Milano

Messaggioda Lju il gio mag 21, 2015 3:59 pm

amigamess ha scritto:Raga, avrei bisogno di due info riguardo al collegamento dei trigger DIY su centraline ROLAND (TD11 nella fattispecie).

Ho letto in questo topic alcune cose al riguardo, ma non trovo più la pagina corretta...in pratica mi pare di ricordare che i piezo su roland vanno invertiti di polarità, (tra piezo head e piezo RIM) in pratica l'Head è massa interno e positivo esterno, il rim l'esatto opposto....ma non ne sono certo, su alesis è tutto normale (rosso centrale e nero esterno per intenderci)..Non è che mi rinfrescate un'attimo questo collegamento?? Grazie!


Ti riferisci a questo?
Roland wiring
Alesis wiring
Avatar utente
Lju
battipentole
 
Messaggi: 38
Iscritto il: gio giu 27, 2013 6:36 pm

Messaggioda amigamess il gio mag 21, 2015 4:09 pm

ciao Lju grazie per la risposta,
si....è quello volevo sapere qualche info in più, nel senso pare che il piezo head usi polarità invertita rispetto a come solitamente si collega un piezo (il collegamento normale è esterno massa, centrale positivo), poi quello schema usa il collegamento tradizionale per il piezo rim. Leggendo in giro non ho capito bene se è essenziale rispettare queste polarità (altrimenti non va) o se è solo per le centraline che usano positinal sensing o come letto in altri post subentri un discorso di latenze o forma d'onda che parte in negativo o viceversa (non ho capito bene). In pratica dovrei collegare del trigger DIY ad una roland td11 ma non è in mio possesso e vorrei fare un cablaggio più giusto possibile...
Avatar utente
amigamess
ho il ritmo nel sangue
ho il ritmo nel sangue
 
Messaggi: 466
Iscritto il: mer nov 07, 2012 1:28 pm
Località: Milano

Messaggioda Lju il gio mag 21, 2015 4:32 pm

amigamess ha scritto:ciao Lju grazie per la risposta,
si....è quello volevo sapere qualche info in più, nel senso pare che il piezo head usi polarità invertita rispetto a come solitamente si collega un piezo (il collegamento normale è esterno massa, centrale positivo), poi quello schema usa il collegamento tradizionale per il piezo rim. Leggendo in giro non ho capito bene se è essenziale rispettare queste polarità (altrimenti non va) o se è solo per le centraline che usano positinal sensing o come letto in altri post subentri un discorso di latenze o forma d'onda che parte in negativo o viceversa (non ho capito bene). In pratica dovrei collegare del trigger DIY ad una roland td11 ma non è in mio possesso e vorrei fare un cablaggio più giusto possibile...


Mi informai anche io tempo fa quando iniziai a fare il mio set DIY, avevo letto che la mia centralina (MegaDrum) supportava entrambe le polarità ma volevo capire la differenza tra i due. Da qualche parte trovai che era studiato dagli ingegneri Roland per avere una minore interferenza tra i due segnali. Presumo che comunque il segnale sia elaborato ugualmente però non ti so dire con certezza visto che non ho mai avuto una centralina Roland.. magari qualcuno qui ha fatto qualche prova.

Edit:
related
Allegati
Roland_Output3.jpg
Roland_Output3.jpg (39.14 KiB) Osservato 8838 volte
Avatar utente
Lju
battipentole
 
Messaggi: 38
Iscritto il: gio giu 27, 2013 6:36 pm

Messaggioda amigamess il gio mag 21, 2015 5:17 pm

ok....va bene.....grazie....per non saper ne leggere e ne scrivere ci faccio un connettore per invertire "facile" le polarità...così viene buono sia per roland che per alesis...

ciao!
Avatar utente
amigamess
ho il ritmo nel sangue
ho il ritmo nel sangue
 
Messaggi: 466
Iscritto il: mer nov 07, 2012 1:28 pm
Località: Milano

Messaggioda Lju il gio mag 21, 2015 6:29 pm

Mi è appena venuto in mente che quando ordinai i coni R-Drum nelle istruzioni allegate c'era scritto che per Roland la polarità invertita era necessaria per il funzionamento del Positional Sensing, sono andato a controllare ed infatti c'è scritto così (in tedesco :x). Comunque senza dubbio la possibilità di invertire le polarità è l'ideale! ;)
Avatar utente
Lju
battipentole
 
Messaggi: 38
Iscritto il: gio giu 27, 2013 6:36 pm

Messaggioda amigamess il gio mag 21, 2015 9:58 pm

ok...vediamo....ho preparato un kit con la possibilità di invertire abbastanza facilmente la polarità del piezo head mediante micro fastom..a breve mi faranno sapere come funziana...spero bene....
Allegati
DSC01914_copia_copia.jpg
DIY trigger per Roland TD11 cablaggio con inversione polarità modificabile....
DSC01914_copia_copia.jpg (111.59 KiB) Osservato 8831 volte
Avatar utente
amigamess
ho il ritmo nel sangue
ho il ritmo nel sangue
 
Messaggi: 466
Iscritto il: mer nov 07, 2012 1:28 pm
Località: Milano

Messaggioda drummer62 il lun giu 08, 2015 11:39 am

ciao gente,
bhe' allora questa volta, dopo tanti tentennamenti, ho deciso di cimentarmi ache io nelle modifiche percussive!!!Ieri mi e' venuta una brillante idea. Come voi sapete sono gia possessore di un kit Alesis Dm10,,,,, quindi mi sono chiesto, ma perche devo comprare i triggers se gia ho quelli del kit eletrronico?,
cosi ho smontato un pad, preso il trigger con tutto il supporto, ossia un disco di allumnio, e l'ho montato con una staffa di legno all'interno del tom,,,,bene, il risultato ottimo, Dopo questa esperienza credo prorio di fare tutto cio per gli altri toms,,,l'unico dubbio rimane solo sui coni,, in effetti avrei trovato questi gia fatti ,,,,,http://www.682drums.com/Cone-p-16153.html...al costo di poco piu di 6 euro,,, secondo voi vale la pena comprarli o faccio con altro materialie??
Ringrazio tuuti voi per le vostre ottime conoscnze e suggerimenti tecnici.
Avatar utente
drummer62
rullatore da guerra
rullatore da guerra
 
Messaggi: 231
Iscritto il: mer feb 22, 2012 2:00 pm
Località: soverato

Messaggioda viper86 il lun giu 08, 2015 12:59 pm

I piezo con i 2 fili saldati costano pochissimo. :)
Avatar utente
viper86
guru delle pelli
guru delle pelli
 
Messaggi: 1707
Iscritto il: mar mag 15, 2012 9:45 pm

Messaggioda drummer62 il lun giu 08, 2015 1:05 pm

si Viper hai perfettamente ragione, ma io mi riferisco solo ai coni, nn ai trigger quelli ce li ho...,,,,se vedi il link ti vendono solo i coni di spugna belli sagomati, e magari sono di ottimo materile,,,,che dici?
thx a lot
Avatar utente
drummer62
rullatore da guerra
rullatore da guerra
 
Messaggi: 231
Iscritto il: mer feb 22, 2012 2:00 pm
Località: soverato

Messaggioda viper86 il lun giu 08, 2015 2:07 pm

OK scusa, non ho mai comprato coni e neanche li ho fatti artigianali... ho acquistato i piezo per montarli in altro modo; comunque quel sito sembra OK, io ho una mesh della 682drums ed è ottima! :wink:
Avatar utente
viper86
guru delle pelli
guru delle pelli
 
Messaggi: 1707
Iscritto il: mar mag 15, 2012 9:45 pm

Messaggioda drummer62 il lun giu 08, 2015 2:10 pm

a visto che hai una mesh 682, mi dici se e' una doppio stratoo e come ti trovi come rimbalzo? i prezzi delle 682 non sono alti, se vanno bene al limite li prendo li
Avatar utente
drummer62
rullatore da guerra
rullatore da guerra
 
Messaggi: 231
Iscritto il: mer feb 22, 2012 2:00 pm
Località: soverato

PrecedenteProssimo

http://www.youtube.com/watch?v=NP5_CJg7oKQ

Torna a Fai da te & Insonorizzazione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite